Floridoro, il giovane asso nerogranata.

“Il 1939 in effetti si rivelò l'anno di Floridoro, un mangelliano nato da The Laurel Hall e dalla leggendaria Alma Lee. Pilotato dal Conte Orsino Orsi Mangelli,erede del fondatore nerogranata, Paolo, vinse tutto quello che era possibile vincere: Giovanardi, Italia, Napoli, Derby, precedendo i suoi paladini Filibustiere e Fuoco, tutti rampolli di The Laurel Hall.Fuoco si assicurò il Premio dei Laghi e l'Elwood Medium in parità con Avventuroso,allievo dell'ottimo Rossi e figlio di Clyde The Great, che correva con museruola, dandogli fastidio la sabbia sul muso. Vinsero tutto in Italia meno il Nazionale, una vera catastrofe per la rottura generale del magnifico terzetto, escluso dunque dal marcatore. Vinse Direttissimo di Riva, forse il miglior erede di Guy Fletcher, guidato da Rossi, che battè Massimo e Forum Livi,il piu' modesto, ma il piu' regolare dei mangelliani. Fra quattro anni autentico predominio delle "F" di Mangelli , Floridoro conquista il GP d'Europa in 1.23.6, sottomettendo Filibustiere e direttissimo, si impone a Modena , Bologna e a Milano il premio Olgiata, siglando il record di 1.19.9. Perdette però il Campionato di Cesena, da cui emerse Avventuroso davanti a Gaiety Mite.”
Tratto da Il Trottatore di Luigi Gianoli.
Nella foto Floridoro con Orsi Mangelli alla guida.

Floridoro, il giovane asso nerogranata.

Dicembre 2021
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do

Pacha Dei Greppi