Vitruvio, anche con i ferri superiore si impone in 1.12.7 sui 2100 del Triossi

di Mario “Amario “Alderici - Vendo Puledri


Pochi problemi per Vitruvio che si conferma un Campione e una spanna sopra ai coetanei indigeni. Aperto alla quota fissa di 1,50 (che ha richiamato le migliaia di euro di quanti volevano fare una giocata speculativa a una quota comunque palesemente eccessiva per un soggetto che ha dimostrato di essere una categoria sopra ai rivali) Vitruvio ha passeggiato sfondando dopo mezzomiglio per poi isolarsi in 1.12.7. Un bel ritorno sulla pista della capitale dove aveva gettato al vento il Derby sbagliando sull’ultima curva quando era saldo leader. Unico brivido (poco dopo quel punto) dietro l’autostart quando (come aveva già fatto a Napoli) Vitruvio nel momento in cui ha imboccato la retta per il lancio ha leggermente sbandato accennando a scambiare ma non ha aperto il galoppo, Gocciadoro l’ha tenuto tranquillo in mano e poi ha fatto valere la sua superiorità.


Dopo due partenze richiamate per agganciamenti di Valdivia (il primo con Voltaire Gifont, il secondo con Venivici Roc) Valdivia è andata davanti (sbaglierà però dopo 300 metri) respingendo Viscarda Jet che le si è accodata ma mandando via Vanesia Ek. Vitruvio è avanzato gradualmente e dopo mezzomiglio ha ottenuto strada dalla compagna di allenamento Vanesia che è stata tamponata da Vertigo Spin (che ha sofferto il rallentamento ma l’impressione è che al rientro fosse troppo in gas). Vitruvio ha graduato fino ai 700 finali quando ha accelerato lasciando sul posto i rivali tra i quali ha sbagliato sull’ultima curva quando era in calo Vanesia Ek (che probabilmente preferisce il miglio) e Voltaire Gifont (ritrovatosi scoperto al km) è stato battuto per il posto d’onore dal sorprendente estremo outsider Venanzo Jet finito bene dopo aver mosso dalle retrovie sulla seconda piegata. Voltaire ha salvato di misura il terzo da un ottimo Vaprio che quando si è iniziato a correre era ancora in coda. Ha chiuso i premiati comportandosi con onore contro i maschi Viscarda Jet.


Gran Premio Triossi


NP-NA-Nome-Dist-Tempo-R.B.-R.L.-Guidatore-Premio

6-1-VITRUVIO-2100-12.7-1.11.6-1.11.7-A.GOCCIADORO-57.960
14-2-VENANZO JET-2100-13.1 -1.11.8-1.14.2-L.BECCHETTI-27.720
1-3-VOLTAIRE GIFONT-2100-13.2-1.11.5-1.12.3-P.GUBELLINI-15.120
8-4-VAPRIO-2100-13.3-1.11.6-1.12-G.DI NARDO-7.560
3-5-VISCARDA JET-2100-13.4-1.12.6-1.13.4-E.BELLEI-5.040
13-6-VITO MODEL-2100-13.7-1.12.7-1.13.4-LOR.BALDI-0
12-7-VERNISSAGE GRIF-2100-13.8-1.12.6-1.13.6-G.RICCIO-0
5-RP-VA` PENSIERO GAR-2100-RP-1.12.1-1.12.1-ANT.DI NARDO-0
2-RP-VALDIVIA-2100-RP-1.12.4-1.13.0-A.GUZZINATI-0
10-RP-VANDALO D`ESI-2100-RP-1.12.3-1.13.9-A.FAROLFI-0
4-RP-VANESIA EK-2100-RP-1.11.4-N/A-R.VECCHIONE-0
9-RP-VENIVICI ROC-2100-RP-1.11.9-1.14.4-V.P. DELL`ANNUNZIATA-0
7-RP-VERTIGO SPIN-2100-RP-1.12.0-1.14.0-R.ANDREGHETTI-0
11-RP-VICTORY WIND-2100-RP-1.12.0-1.12.2-G.P.MINNUCCI-0


Vitruvio, anche con i ferri superiore si impone in 1.12.7 sui 2100 del  Triossi

Settembre 2018
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30

Pacha Dei Greppi