Città di Napoli Filly equilibrato, la Nad Al Sheba ZIMAN torna tra le femmine

prono di Mario “Amario” Alderici - Vendo Puledri
Filly del Città di Napoli ancor più equilibrato dell’open. La figlia di Nad Al Sheba Ziman (7) manca al successo dall’Allevatore Filly ma è svelta, si adatta un po’ a tutto, torna tra le femmine dopo aver sfidato i maschi e aver avuto sfortuna nello Stabile (rimasta scoperta dopo essere stata respinta al via e tamponata ai 500 finali da Zar Dangal che le ha danneggiato la ruota), ha lavorato bene e può farcela soprattutto se, sfruttando l’assenza di provette partitrici al suo interno, riuscisse a sfilare davanti (anche se a dire il vero statisticamente questa è una corsa che non si vince da leader, l’ultima a farlo fu Martina Gual 9 anni fa). Potenzialmente la più forte sarebbe forse Ziva Ek (12): non è facile da guidare e necessita di agire su un binario senza manovrare, però con Roberto Vecchione si trova bene e riesce a trottare e a percorso netto ha le carte in regola per farcela. Più regolare Zona Da (8) che si avvierà all’esterno di tutte ma sa partire molto forte ed è piaciuta tanto sia nel Cacciari (battuta nel finale ma dopo aver speso per sfondare dalla seconda fila) sia a Bologna (battuta da leader ma al termine di un km finale in 1.11 con ultimi 600 in 42). Ziva Ek non sarà l’unica pedina di Alessandro Gocciadoro che presenta altre due puledre con grande chance: Zaragoza (3) che all’ultima ha gettato al vento un probabile successo puntando l’uscita a inizio retta e che nell’occasione tornerà a mettere la maschera nel tentativo di restare più concentrata e la più regolare Zoe Degli Dei (9) che dopo aver avuto sfortuna tattica nei filly ha colto due successi a seguire, l’ultimo in 1.13.2 in una corsa in cui tornò molto bene dopo errore inseguendo in 1.56 Zoe Grif Italia (11) per la quale la seconda fila è un’arma a doppio taglio: da un lato può consentirle di riuscire ad avviarsi di trotto, dall’altro tra le cavalle dovrà dimostrarsi gestibile e non ardente, se non tirasse troppo non le mancherebbero i mezzi per lottare la corsa. Possibili piazzate di posizione con licenza di vincere la veloce Zoe Dei Veltri (1) tornata al meglio e Zoe Dl (2) in crescita. Chance di piazza per le due allieve di Minopoli: resta su due bei successi nei quali ha mostrato di non aver problemi a girare al largo Zerby Winner Grif (13) e non va sottovalutata Zanzara Fas (10) arrivata con poco spazio all’ultima. E’ in crescita Zara (5) improvvisata da Pippo Gubellini ma la categoria è un po’ impegnativa. Zelda Zack (6) non è nuova a piazzamenti a sorpresa nei gran premi, la volta scorsa però non ha entusiasmato e deve riuscire ad evitare l’errore. Tenta un difficile salto di categoria Zaira Daniel (4).


Ippodromo di Napoli - Data: 30/06/2018
GP CITTA' DI NAPOLI FILLY - Distanza: 1600


NP - Cavallo - Guidatore - R.B. - R.L. - Carr. - Trim.
1 - ZOE DEI VELTRI - GIOR.D'ALESS.JR - 1"13"8 - N/A - 31.705 - 5.406
2 - ZOE DL - V.LUONGO - 1"13"9 - 1"17"0 - 18.226 - 8.772
3 - ZARAGOZA - A.GOCCIADORO - 1"13"5 - 1"16"9 - 18.013 - 7.174
4 - ZAIRA DANIEL - GP MAISTO - 1"15"4 - 1"16"5 - 15.453 - 680
5 - ZARA P.GUBELLINI 1"14"0 - 1"13"9 - 28.716 - 8.874
6 - ZELDA ZACK - XXX - 1"13"9 - 1"16"1 - 27.173 - 8.976
7 - ZIMAN - FR.FRACCI - 1"13"7 - 1"14"6 - 65.800 - 18.020
8 - ZONA DA - E.BELLEI - 1"13"2 - N/A - 27.530 - 12.223
9 - ZOE DEGLI DEI - R.ANDREGHETTI - 1"13"2 - N/A - 42.537 14.382
10 - ZANZARA FAS - F.MINOPOLI - 1"14"1 - 1"15"1 - 43.824 - 3.570
11 - ZOE GRIF ITALIA - M.BARBINI - 1"13"8 - N/A - 30.906 - 9.809
12 - ZIVA EK - R.VECCHIONE - 1"13"6 - N/A - 83.783 - 46.240
13 - ZERBY WINNER GRIF - M.MINOPOLI JR - 1"14"1 - 1"17"6 - 13.610 - 5.984


1 ZOE DEI VELTRI
(Giorgio D’Alessandro junior) - Veloce in partenza, pigra, ha vinto 6 volte, la penultima alla quartultima uscita in 1.15.4 da leader con lancio in 13.1 e seconda parte di gara in 59.4, poi un “np” nel Gran Criterium Filly non riuscendo a progredire dal gruppo nel km finale esterno, un quarto in quota nel mezzo giro finale esterno, infine un successo al proprio record di 1.13.8 andando davanti nel lancio in 14 per mandare dopo i 600 iniziali in 44.2 e tornare a prevalere con quelli finali ancora in 44.2. Tornata in forma, in posizione da sparo se la gioca.
Grossa sorpresa. Quota: 22,00


2 ZOE DL
(Vincenzo Luongo) - Piuttosto veloce in partenza, ha vinto 2 volte, l’ultima ad aprile in 1.14.4 finendo bene dalla scia dei primi nei 600 conclusivi in 43.3; alla terzultima un posto d’onore in quota dopo aver seguito il leader dal via, la volta dopo un terzo finendo in crescendo dopo impegno esterno, infine un posto d’onore al proprio record di 1.13.9 finendo in crescendo nei 600 conclusivi in 44.2 dopo essere scesa nel gruppo in corda dopo metà gara esterna. In posizione può piazzarsi.
Difficile. Quota: 30,00


3 ZARAGOZA
(Alessandro Gocciadoro) - Piuttosto veloce in partenza, non sempre affidabile, ha vinto 6 volte su 9, la penultima alla quintultima uscita in 1.16.3 a Bologna sferrata agli anteriori con km finale in 1.15.8 passando al mezzo giro finale dopo un giro scoperta, la volta dopo in 1.13.6 a Bologna nel preferito assetto senza ferri davanti con km finale in 1.13.3 e 600 conclusivi in 43.8 con arrivo in 14.5 facili passando al mezzo giro finale dopo impegno allo scoperto, poi nel Gran Criterium Filly un errore sulla curva finale quando era nel gruppo al largo, un successo al proprio record di 1.13.5 sferrata agli anteriori ottenendo strada dopo un quarto in 29.4 per allungare con seconda parte di gara in 58, infine un terzo sbandando all’ingresso in retta dopo aver ottenuto strada dopo 600 in 44.2. Grintosa, all’ultima ha gettato al vento una probabile vittoria puntando l’uscita, con la maschera dovrebbe tornare ad essere più concentrata, ci sta bene.
Sorpresa. Quota: 6,00


4 ZAIRA DANIEL
(Giuseppe Pietro Maisto) - Parte il giusto, ha vinto 3 volte, l’ultima a gennaio in 1.16.7 sul doppio km finendo in crescendo dal gruppo negli ultimi tre quarti di miglio in 1.29.8; ha colto il proprio record di 1.15.4 a marzo terza finendo in crescendo dalla coda; alla penultima un quinto in quota in percorso esterno, la volta dopo un quarto dopo errore sulla prima curva. A un improbabile salto di categoria.
Estrema outsider. Quota: 69,00


5 ZARA
(Pietro Gubellini) - Piuttosto veloce in partenza, ha vinto 6 volte, la penultima a febbraio in 1.14.6 sferrata ai posteriori ottenendo strada dopo il lancio in 13.7 per allungare con seconda parte di gara in 59.1, ad aprile in 1.14.2 in percorso esterno finendo in crescendo nella seconda parte di gara in 58.6, poi nel Cacciari un “np” in percorso esterno, un posto d’onore al proprio record di 1.14 finendo in crescendo dalla scia dei primi nei 600 conclusivi in 43.4, un terzo per mancanza di avversari accusando in retta il km finale allo scoperto, infine un posto d’onore al proprio record di 1.13.9 sul doppio km sferrata ai posteriori finendo in leggero crescendo dalla scia dei primi. In crescita ma la categoria è impegnativa.
Molto difficile. Quota: 33,00


6 ZELDA ZACK
(Roberto Faticoni) - Piuttosto veloce in partenza, ha vinto 3 volte, la seconda a dicembre in 1.15.5 finendo in crescendo dal gruppo, a gennaio in 1.14.4 da leader con lancio in 13.8 e seconda parte di gara in 59.2; dopo 3 terzi (alla quartultima per mancanza di avversari seguendo i primi in corda perdendone contatto nella seconda parte di gara in 57.7, la volta dopo un terzo nel Gran Criterium Filly al proprio record di 1.13.9 finendo in crescendo dal gruppo) due prove viziate da errori, il primo al via, il secondo sulla curva finale quando era in coda. Poco brillante di recente.
Outsider. Quota: 50,00


7 ZIMAN
(Francesco Facci) - Veloce in partenza, regolarissima, pigra e caratteriale, sa agire al largo, ha vinto 3 volte, a ottobre in 1.16.2 in percorso allo scoperto con seconda parte di gara in 58.5, a dicembre in 1.16.4 sul doppio km senza forzare finendo in crescendo dal gruppo nell’ultimo giro e mezzo esterno sempre a dicembre nell’Allevatori Filly in 1.16.2 da leader con lancio in 13.2 e seconda parte di gara in 59.2, poi un “np” in un gruppo 3 in Francia in percorso esterno, un quarto nell’Italia al proprio record di 1.13.7 in quota nel km finale scoperta, un buon posto d’onore nel Nazionale Filly in percorso esterno con progressione nei 700 finali, un “np” nel Giovanardi calando in retta dopo aver mandato via in partenza, infine uno sfortunato quarto (per mancanza di avversari) nello Stabile scoperta dopo essere stata respinta nel lancio in 14.8 e con una ruota danneggiata da un rivale ai 500 finali. Grintosa, si è sveltita, sa fare un po’ tutto, sfortunata ad Aversa, ha lavorato bene, torna nei filly e la proviamo favorita.
Favorita. Quota: 3,50


8 ZONA DA
(Enrico Bellei) - Molto veloce in partenza, regolare, ha vinto 5 volte su 10, la penultima a gennaio in 1.16.6 da leader con lancio in 14 e seconda parte di gara in 58.3, alla terzultima in 1.14.4 nel preferito percorso in avanti con lancio in 13.7 e 600 finali in 42.7; ha colto il proprio record di 1.13.2 all’ultima terza a Bologna battuta al termine di un km finale in 1.10.9 con 600 conclusivi in 41.8 dopo aver agito in avanti. In grande crescita, molto svelta e cresciuta, può farcela.
Terza favorita. Quota: 4,00


9 ZOE DEGLI DEI
(Roberto Andreghetti) - Veloce in partenza, regolare, ha vinto 4 volte, la seconda a settembre in 1.16.4 con km conclusivo esterno finendo bene nell’ultimo quarto in 29.8 (1.00.6 il mezzomiglio conclusivo) facili; alla quartultima al rientro un buon posto d’onore finendo bene dalla scia dei primi nel km conclusivo in 1.13.3 con ultimi 600 in 43.6, poi un quinto nel Gran Criterium Filly finendo bene dalle retrovie, uno sfortunato “np” nel Cacciari restando chiusa nel gruppo in corda, infine due successi consecutivi sferrata agli anteriori, il primo in 1.13.9 a Bologna scattando in retta dalla scia della leader nell’arrivo in 13.9 (42.7 i 600 finali), il secondo al proprio record di 1.13.2 da leader con lancio in 13.3. Duttile, tatticamente poco fortunata nei filly si è rifatta nei centrali, in posizione da sparo se la gioca bene.
Sorpresa. Quota: 7,00


10 ZANZARA FAS
(Ferdinando Minopoli) - Piuttosto veloce in partenza, ha vinto 3 volte, la seconda a settembre in 1.18.2 progredendo nel mezzo giro finale dalla scia del leader a cui aveva dato strada dopo mezzo giro, a novembre in 1.16.5 ottenendo strada dopo il lancio in 13.9 per allungare con 600 finali in 44.3 e arrivo in 13.6; ha colto il proprio record di 1.14.3 a ottobre seconda nell’Anact da un capo all’altro in scia alla leader in quota nei 600 finali in 42.7 e lo ha eguagliato all’ultima sfortunata quarta arrivando con poco spazio dopo aver seguito nel gruppo in corda. Va più forte di quanto dica la carta ma la sistemazione la penalizza.
Molto difficile. Quota: 33,00


11 ZOE GRIF ITALIA
(Massimo Barbini) - Molto veloce in partenza (quando si avvia di trotto, cosa che non sempre le riesce), ardente, in possesso di ottima frazione, buona genealogia e bel modello, ha vinto 4 volte, la seconda ad agosto in 1.17.6 a Montecatini da leader con lancio in 15.7 e 600 finali in 43.2 con arrivo in 14.4 senza forzare, a ottobre in 1.15 ottenendo strada dopo 600 in 44, ad aprile al rientro in 1.14.8 a Bologna da leader con lancio in 15 e km finale in 1.13.3 con 600 conclusivi in 43.6; alla penultima un posto d’onore battuta al termine di 600 finali in 42.7 dopo aver agito in avanti con lancio in 14.4, la volta dopo un terzo al proprio record di 1.13.8 inseguendo molto bene in 1.56 dopo errore al via. In possesso di ottima frazione, buona genealogia e bel modello, se non tira troppo e fa percorso netto non le mancano certo i mezzi per lottare la corsa.
Grossa sorpresa. Quota: 10,00


12 ZIVA EK
(Roberto Vecchione) - Parte il giusto, non sempre affidabile e poco duttile, sa agire al largo, meglio quando agisce su un binario, dopo due sfortunati posti d’onore (il primo restando chiusa nella scia del leader nei 600 finali in 43.8 dopo averla seguita, il secondo in una corsa a parziali invertiti tornando bene dopo errore sulla seconda curva) due successi a Milano, il primo in 1.15.2 finendo in crescendo nei 600 conclusivi in 45 dopo impegno esterno, il secondo nel Gran Criterium Filly in 1.15 passando dopo un km esterno per allungare con 600 finali in 44, poi tre prove viziate da errori, nell’Allevatori al via, in un gruppo 3 in Francia sfortunatamente in retta quando cercava il varco dalla scia dei primi, nell’Etruria dopo 600 metri quando era nel gruppo in corda (già poco convincente in sgambatura a disagio con le plastiche su pista pesante), un successo nel Nazionale Filly al proprio record di 1.13.6 finendo bene dalla coda nel km conclusivo esterno, un posto d’onore nel Cacciari finendo in crescendo dopo impegno esterno, infine un errore ai 500 finali quando era nel gruppo al largo. Necessita di agire su un binario con Roberto Vecchione dà il meglio si sé, se evita divagazioni ha chance di primissima.
Controfavorita. Quota: 4,00


13 ZERBY WINNER GRIF
(Mario Minopoli) - Piuttosto veloce in partenza, ha vinto 4 volte, la seconda a marzo al proprio record di 1.14.1 finendo in crescendo dal gruppo nella seconda parte di gara esterna, alle ultime due consecutive, la prima in 1.15.6 in una corsa a parziali invertiti progredendo dal gruppo nella seconda parte di gara allo scoperto, la seconda in 1.14.9 con seconda parte di gara in 57.9 passando al mezzo giro finale dopo impegno esterno. In grande crescita, può piazzarsi.
Difficile. Quota: 30,00



Nel risalto il trionfo di Ziman con Francesco Facci nell'Allevatori Filly 2017

Città di Napoli Filly equilibrato, la Nad Al Sheba ZIMAN torna tra le femmine

Settembre 2018
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30

Pacha Dei Greppi