Nel 73° GP Etruria Zigolo de Buty con Andreghetti si isola da dominatore in 1.13.1

Domenica 18 Marzo 2018, una pioggia incessante ha caratterizzato l’intera giornata di corse al trotto all’ippodromo del Visarno, ma non ha condizionato uno spettacolare Gran Premio Etruria, che, giunto alla sua 73^ edizione, ha laureato Zigolo de Buty, un giovane trottatore di 3 anni che in mano al redivivo Roberto Andreghetti ha letteralmente dominato il miglio fiorentino in 1.57 secco su pista spazzata dall’acqua. Il figlio di Napoleon, applauditissimo in arrivo dal competente pubblico gigliato, ha colto la sua quinta vittoria a seguire in 1.13.1, crono che probabilmente su percorso asciutto sarebbe valso almeno un secondo in meno. Erano dieci i cavalli di tre anni ad allinearsi dietro l’autostart e Zar dei Baba con Manuel Pistone prendeva il comando in 1.14, seguito da Zigolo de Buty e Zen Bi con Enrico Bellei , ma prima dei 400 Zigolo rilevava il comando in 28.8 e teneva un ritmo di corsa elevato con due frazioni in 14.6 e 14.9, con al fianco Zen Bi, che poi riscendeva saggiamente alla corda. Il leader, allievo di Andrea Baveresi e portacolori della scuderia Alto Mare, transitava al mezzomiglio in 59.3 ed al km in 1.12.5, cui faceva seguire un ulteriore 14.5. Lungo l’ultima piegata Roberto Andreghetti in 15.5 faceva respirare il suo pupillo, che in dirittura d’arrivo, accompagnato dall’entusiasmo degli appassionati fiorentini, produceva un ulteriore allungo in 14.4, per andare a vincere in piena autorevolezza in 1.13.1 con ampio margine sull’ottimo Zar dei Baba, 1.13.8, Zen Bi, 1.13.9 e Zermatt Key, che con Francesco Facci in 1.14 prevaleva per la quarta moneta su Zodiac Roc, guidato da VP dell’Annunziata. In premiazione Cesare e Carlo Meli in compagnia di Eugenio Giani, Presidente del Consiglio regionale toscano, effettuavano la premiazione del GP Etruria ed altrettanto faceva Lalla Di Stefano per la consegna del 18° Memorial Raniero Di Stefano, ricoprendo di coppe, targhe e oggetti d’onore il proprietario Carlo Hudorovich, il trainer Andrea Baveresi ed il guidatore Roberto Andreghetti, tutti entusiasti della performance del vincitore Ziigolo de Buty, che il campo fiorentino aveva appoggiato fortemente al betting, per una quota vincente di euro 2, 04.Ora per Zigolo de Buty si prospettano le prove piu’ impegnative del circuito classico giovanile, ma se manterrà questa condizione tecnica ed atletica indubbiamente saprà regalare al suo entourage nuove soddisfazioni.
RC


6 - 17.30 - PR. ETRURIA - gruppo 3 - E 33.000 - mt 1600


1° 6 - ZIGOLO DE BUTY - R.Andreghetti - 13.1
2° 3 - ZAR DEI BABA - M.Pistone - 13.8
3° 2 - ZEN BI - E.Bellei - 13.9
4° 10 - ZERMATT KEY - Fr.Facci - 14.0
5° 8 - ZODIAC ROC - V.P.Dell'Annunziata - 14.1
6° 5 - ZARENNE FAS - M.Minopoli Jr - 14.4
7° 7 - ZOE OP - R.Pezzatini - 15.6
8° 9 - ZOLESS - A.Vannucci - 16.0
1 - ZEFIRO GUAL - A.Muretti - R.P.
4 - ZIVA EK - A.Gocciadoro - R.P.



Nella foto l'arrivo della corsa

Nel 73° GP Etruria Zigolo de Buty con Andreghetti si isola da dominatore in 1.13.1

Settembre 2018
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30

Pacha Dei Greppi