Nel 71° GP Duomo Peace of Mind con Gocciadoro sfreccia al record di 1.11.4 su Tamure Roc

Domenica 3 Dicembre 2017, il freddo pungente unito ad un vento a brevi raffiche ha parzialmente infastidito l’appassionato pubblico dell’ippodromo del Visarno, voglioso comunque di assistere ad un convegno di trotto intriso di diversi contenuti tecnici di considerevole livello. Erano sette i trottatori ad allinearsi dietro l’autostart nel 71° GP Duomo, il piu’ importante e storico evento toscano riservato agli anziani sulla distanza breve dei 1600 metri, con il marchio di Gruppo 1 e la dotazione di 110mila euro, prova del Circuito Maste UET. Sbagliavano irreparabilmente Superbo Capar ed i francese Dijon, mentre il falloso Arazi Boko riusciva a recuperare il trotto, Tamure Roc sfilava al comando con Santo Mollo in 13.3, precedendo l’utile Totoo del Ronco con Mario Minopoli, Arazi Boko condotto da Enrico Bellei, Peace of Mind che con Alex Gocciadoro aveva rinunciato alla partenzae Saimon Barboi. Primo quarto in 28.3 ed ai 600 superati in 43.3, Arazi Boko spostava dallo steccato e risaliva sulla testa della corsa, la battistrada faceva seguire un quarto di tutto comodo per la categoria in 29.7, transitando al primo km in 1.11.7. Lo svedese recentemente acquistato dal toscano Leonardo Cecchi continuava a transitare all’esterno senza efficacia, mentre la battistrada della Sant’Eusebio sparava due parziali di pregio in 14.4 e in 13.8, ma la 8 anni Peace of Mind all’uscita della curva si presentava minacciosa e con una sciabolata in 14.2 sottometteva Tamure Roc, imponendosi 1.11.4, nuovo record della classica fiorentina, che cancellava il precedente limite di 1.11.6 siglato nel 2015 da Pacha dei Greppi. Il 5 anni napoletano Totoo del Ronco, apparso in discreto assetto e ben concentrato, coglieva la terza moneta in 1.12 secco davanti ad Arazi Boko, generoso con il suo 1.12.4 e il distaccato Saimon Barboi, quinto in 1.13.6 con Riccardo Pezzatini. Nell’affollata premiazione meritate le congratulazioni rivolte ad Alessandro Gocciadoro ed al padre Enrico simboli positivi della scuola del Trotto dell’Emilia Romagna, vincitori di sei Grandi Premi di Gruppo 1 in soli due mesi. Peace of Mind, la portacolori di Leonardo Cecchi nata nel 2009 da Uronometro ed Erica d’Alfa, da lui allevata, firmava il ventiduesimo successo in carriera portando a 379.513 euro il suo bottino di somme vinte.
RC


5 - 15.30 - PR. DUOMO U.E.T. MASTER - gruppo 1 - E 110.000 - mt 1600 - Trio


1° 6 - PEACE OF MIND - A.Gocciadoro - 11.4
2° 1 - TAMURE ROC - Santo Mollo - 11.7
3° 2 - TOTOO DEL RONCO - M.Minopoli Jr - 12.0
4° 4 - ARAZI BOKO-S- - E.Bellei - 12.4
5° 7 - SAIMON BARBOI - R.Pezzatini - 13.6
3 - SUPERBO CAPAR - R.Vecchione - R.P.
5 - DIJON - R.Derieux - R.P.



Nella foto la premiazione

Nel 71° GP Duomo Peace of Mind con Gocciadoro sfreccia al record di 1.11.4 su Tamure Roc

Luglio 2018
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31

Pacha Dei Greppi